I professionisti del poker si trasferiscono utilizzando il Servizio Esuli

Sembra proprio non essere il miglior momento per diventare un giocatore di poker professionista. Sulla scia della disintegrazione di Full Tilt Poker i giocatori americani professionisti stanno utilizzando un servizio di trasferimento per giocare all’estero.
Il servizio è stato creato per aiutare i professionisti di poker a trasferirsi dagli Stati Uniti in paesi dove il gioco online è legale. Il Poker Refugees Service ha un costo di 1.000 dollari per organizzare le misure necessarie ai giocatori di poker per trasferire se stessi e le loro famiglie in un altro paese. Ciò significa trovare loro un posto dove vivere, organizzarsi per ottenere un conto bancario nel nuovo paese e allestire una connessione Internet che permetta di giocare online.

Una destinazione molto popolare è il Costa Rica, che è vicino agli Stati Uniti, consente di giocare a poker senza problemi e ha un magnifico clima, il che non guasta. Kenneth Smaron di Philadelphia, un professionista del poker che si è trasferito in Costa Rica, dice: “Ho pensato ad altre opzioni… ma realisticamente in questo momento è l’unica cosa che mi consente di sopravvivere”. Smaron, che ha 26 anni, gioca a livello professionistico da quando ne aveva 21 e non ha nessuna intenzione di smettere proprio adesso.