Seven Card Stud: regole di base

Prima dell’improvvisa popolarità del Texas Hold’Em, Seven Card Stud (chiamato anche poker a sette carte, Stud High o semplicemente Stud) era probabilmente la variante di poker più conosciuta al mondo. A tutt’oggi resta il classico poker che mette alla prova la vera abilità nel gioco.

L’obiettivo di Seven Card Stud è di realizzare il punto più alto possibile utilizzando una combinazione delle sette carte che si ricevono. Se avete poca dimestichezza con i punti tradizionali del poker, consultate la pagina dei punteggi per impararne l’ordine. A differenza di Hold’Em e Omaha, lo Stud non si gioca con il flop, e quindi non vengono utilizzate carte comuni condivise dai giocatori.

Come giocare a Seven Card Stud High
Il numero di giocatori può essere al massimo di otto. Lo Stud solitamente si gioca con un limite su puntate e rilanci. I limiti sono raddoppiati dopo le prime due puntate, e restano più alti nei tre turni successivi.

Se si gioca una partita di Stud con limite 5$/10$, per esempio, la puntata minima è di 5 dollari, e la massima di 10. Nei primi due turni dunque si potrà puntare con incrementi di 5$, e di 10$ negli ultimi tre turni.