William Hill progetta di acquistare Playtech nel 2013

Le voci secondo le quali William Hill, gigante di fama mondiale di scommesse sportive, sia interessato ad acquistare il prossimo anno Playtech, uno degli sviluppatori leader a livello planetario di software per casinò online, sembrano alquanto credibili.

Probabilmente William Hill, operatore di scommesse sportive del Regno Unito, ha avuto qualche dubbio in merito all’operazione perché credeva che i suoi profitti potessero calare a causa della crisi economica in corso nel Regno Unito. In realtà la crisi non ha fermato gli scommettitori, che non hanno rinunciato scommettere su eventi sportivi come il calcio e altri sport popolari e a praticare gioco online sicuro scegliendo blackjack, poker e bingo nei casinò online come William Hill.

In merito all’aumento dei profitti di William Hill, il direttore generale Ralph Topping ha dichiarato: “Penso che questo significhi che il classico lavoratore non è disposto a rinunciare a nessuno dei suoi piaceri. Lui non spende i soldi comprando una nuova macchina, ha semplicemente bisogno di avere un po’ di sale nella sua vita.”

Stranamente i commenti del signor Topping sono venuti dopo che è stato rivelato che i clienti della società di scommesse stanno spendendo non più di un paio di sterline alla volta nei punti scommesse William Hill, contro una media storica di 3-4 sterline. Questo però a quanto pare non ha inciso in modo negativo sui ricavi della società.

Con un business in continua espansione, e il 92% delle entrate provenienti dalla Gran Bretagna, William Hill sta progettando la creazione di 200 nuovi posti di lavoro, in 30 delle 40 agenzie di scommesse terrestri entro la fine dell’anno. Questa crescita lascia inoltre pensare che sia in cantiere l’idea di espandere anche il settore online.

Playtech, attualmente partner di William Hill, possiede una quota di partecipazione del 29% della società, ma nel 2013, William Hill avrà legalmente il diritto di acquistare la quota condivisa.